IL MARRUCCHINO

L’APPELLO DI UNA PROSTITUTA A MONTI: “ANCH’IO VOGLIO PAGARE LE TASSE”

Marina, escort, scrive al premier e chiede di legalizzare la prostituzione. Lo fa dalle pagine del Mattino, con una lettera. Non solo verrebbe colpito lo sfruttamento di molte ragazze, sottolinea, ma lo Stato potrebbe anche guadagnarci qualcosa. Non si sa se la lettera sia vera: i problemi sollevati lo sono di certo.

( linkiesta.it)

Caro Monti, la crisi raccontata dai lettori, dopo il caso dell’imprenditore pugliese Giuseppe Iudici che da Affaritaliani.it è finito in Parlamento e in tv. Ogni giorno una lettera e una storia. Tra difficoltà economiche e la speranza di essere ascoltati

Gentile Direttore, 

è la prima volta che mi rivolgo a lei, ma non è la prima volta che scrivo ai giornali, ottenendo anche l’attenzione del TG5, sebbene io abbia preferito non mostrarmi pubblicamente perchè non cerco una facile pubblicità. 

Sono una ragazza pugliese laureata e specializzata, che per varie situazioni personali, come tante studentesse fuori-sede a Roma o in altre città italiane, ha cominciato a prostituirsi per mantenersi agli studi. Quello che vorrei fortemente e che chiedo al gioverno Monti e al ministro Fornero con più forza che mai, è quello di introdurre nella riforma del lavoro anche una riforma sul fenomeno della prostituzione. 

La legalizzazione della prostituzione in Italia, cosa per altro legale già da anni in Germania e Olanda e con varie modalità in altri Paesi Europei e non solo, garantirebbe un gettito per lo stato di miliardi di euro l’anno. La legalizzazione della prostituzione in Italia, non solo permetterebbe allo Stato di creare un salvadanaio al quale attingere per gli ammortizzatori sociali, ma permetterebbe altresì di “liberare” migliaia di ragazze dal racket e dalla tratta di esseri umani, laddove una task force facesse dei controlli a tappeto in tutte le città italiane.

Il 90% delle ragazze che si prostituiscono in Italia, non lo fanno per libera scelta, ma perchè costrette a farlo. Veramente si può pensare ancora nel 2012 di far arricchire organizzazioni criminali con i proventi di queste ragazze minacciate e picchiate tutti i giorni?!? Le cose da fare per il bene del Paese sarebbero veramente tante e questo è solo un piccolo passo. Ridare dignità a tante ragazza sfruttate, permettere a chi decide per libera scelta di offrire servizi sessuali a pagamento, significherebbe una volta tanto, decidere di affrontare uno dei tanti problemi del nostro Paese, non facendo finta che il problema non esista.

Un appunto finale. Auspico che qualche membro del Parlamento faccia presto una interrogazione parlamentare, perchè è vergognoso che troppi imprenditori strangolati dai debiti, perchè le banche non concedono più credito, arrivino addirittura a suicidarsi. La colpa non è della Crisi, ma di quella parte di classe politica che per anni ci ha ingannati dicendoci che “tutto andava bene”. 

FATECI PAGARE LE TASSE, FATECI SALVARE IL NOSTRO PAESE, FATECI SALVARE I NOSTRI IMPRENDITORI. 

La ringrazio per la cortese attenzione 

Marina

TROVI INTERESSANTE QUESTO ARTICOLO? CLICCA QUI!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 14/06/2012 alle 5:29 PM. È archiviata in blog, economia, voci con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Un pensiero su “L’APPELLO DI UNA PROSTITUTA A MONTI: “ANCH’IO VOGLIO PAGARE LE TASSE”

  1. icittadiniprimaditutto in ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: