IL MARRUCCHINO

CASSANO OMOFOBO? ECCO PERCHÉ NON BISOGNA SPARARE CAZZATE A RIGUARDO

C’è chi vuole Cassano fuori dal campionato (Serie A o Europei), chi vuole anche una super multa per lui. Il mondo gay (e non solo) è indignato per le sue parole, e non crede alle sue scuse.

Molti bacchettano il calciatore ricordandogli le responsabilità dell’essere un personaggio pubblico. E manco a dirlo i social network sono i luoghi di diffusione/discussione preferiti.

Parole gravi, quelle di Cassano, ma bisogna tener presente anche l’estrazione socio-culturale di chi le ha pronunciate. Non è una giustificazione, lungi da me esser un suo difensore ma scagliarsi così aspramente e duramente in una piazza pubblica anche se virtuale, come quella di Facebook non è uguale a parlare in una conferenza stampa? Anzi se ci pensate bene, c’è più dialogo qui con chi pronuncia un pensiero (pubblico) che con chi fa lo stesso a mezzo stampa (tradizionale). E allora sperare nella “radiazione” per quelle parole dette, non mi sembra opportuno e neanche sensato.

E poi basta con la solita storia del “fascista” che odia gli omosessuali. Certo non è “simpatizzante” oggigiorno, certo ci sono degli idioti che discriminano tutti gli omosessuali, ma non esistono anche a sinistra? Non è vero che anche i “comunisti” hanno rinchiuso migliaia e migliaia di omosessuali? Per il resto perfettamente d’accordo, ma non sfogate ogni “nervosismo” e frustrazione su determinati colori politici solo perché così “insegnano” alle scuole (di ogni tipologia esse siano). Una punizione esemplare ci vuole, ma se una frase omofoba velata (dall’ignoranza più soft diciamo) deve scatenare una reazione simile, allora sarebbe meglio rinchiuderci tutti in casa. A questo punto dovrei sparare a tutti i miei concittadini (o gran parte di essi) che almeno una volta nella loro vita non hanno pensato qualcosa di ambiguo-razzista, in presenza del colore della mia pelle. Credo che sarebbe alquanto esagerato.

Parlando del buonsenso, del “misurare le parole” e soprattutto i gesti, vien da pensare che  ai vari GAY PRIDE sarebbe stato giusto,a questo punto bastonare e gettare in galera chi girava (e gira ancora) in perizoma o tanga baciandosi ovunque, perché anche in quel caso si oltrepassa la sempre più sottile linea di confine tra l’orgoglio omosessuale decente e quello indecente irrispettoso della sessualità altrui e della sensibilità generale. E sia chiaro che lo stesso vale quando si vedono in giro eterosessuali comportarsi (quasi) allo stesso modo.

Perciò, se c’è una cosa giusta che Gesù Cristo (filosofo, politico, divinità o semplice profeta di una qualche religione o organizzazione essa sia) ha detto quella è “SCAGLI LA PRIMA PIETRA CHI è SENZA PECCATO”. Ergo, o ci diamo una calmata tutti rispettando le regole del viver civile e comune o nessuno obietti sulle esternazioni o comportamento del prossimo, accettando (o ignorando) ogni atteggiamento.

Lascio a voi fare le dovute considerazioni riguardo le possibili conseguenze di questi due diversi “stili di vita”.

Vincenzo Di Costanzo

 

IL MARRUCCHINO SU FACEBOOKCLICCA QUI!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 13/06/2012 alle 10:46 AM. È archiviata in blog, SPORT, voci con tag , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Un pensiero su “CASSANO OMOFOBO? ECCO PERCHÉ NON BISOGNA SPARARE CAZZATE A RIGUARDO

  1. Cassano: un mito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: