IL MARRUCCHINO

INTER vs BOLOGNA 0-3: BUIO TOTALE – VIDEO SINTESI

“Dobbiamo riprenderci e fare punti anche per riconoscenza per il nostro pubblico, che ci segue sempre con passione. Ci vuole anche un po’ di fortuna, speriamo che arrivi”.Massimo Moratti parlava così nei minuti precedenti il match contro il Bologna: un match che il presidente ha abbandonato a metà ripresa, quando la sua Inter perdeva 2-0. Finirà 3-0 per il Bologna.

Quinta gara senza successi, sei se contiamo anche il match di Coppa Italia con il Napoli, in cui l’Inter ha subito 15 gol. Numeri che fanno venire i brividi se messi a confronto con quelli di qualche settimana fa, quando l’Inter inanellava sette vittorie in fila. Questa squadra è svuotata, senza idee e senza gambe e questa sera a San Siro tutti i suoi limiti, ancora una volta, sono venuti a galla. E’ bastato un buon Bologna, non un grande Bologna o un Bologna epico: un buon Bologna e l’Inter è andata in confusione e non ha saputo più rialzare la testa. Alla prima difficoltà, quella di Ranieri è una squadra che si scioglie: in questo momento mancano molte cose, su tutte la personalità per uscire da un momento assolutamente negativo.

RANIERI LANCIA FORLAN E SNEIJDER – Ranieri ha deciso: 4-2-3-1 con Faraoni, Sneijder e Forlan alle spalle di Pazzini. Tentativi di cambiare dal classico 4-4-2, per reinserire l’olandese. Questa volta riuscirà nel suo intento? Il Bologna si schiera, inizialmente, con il 3-4-2-1, ma solo sulla carta: Di Vaio sarà supportato da Ramirez e Dimanti con il resto della squadra pronto a dare una mano dietro.

INTER, BENE PER 35’, POI… – All’Inter serve una svolta, ma anche la calma della grande squadra: nel primo tempo le cose sembrano mettersi bene. I nerazzurri non sono certo scintillanti, contro un Bologna ordinato e organizzato, che bada molto alla fase difensiva, ma tengono bene il campo e riescono anche a dare qualche grattacapo a Gillet. Maiconè l’uomo più pericoloso di Ranieri: al 19’ Gillet deve superarsi per dirgli di no e al 30’ è fortunato che la girata di testa del brasiliano finisca a lato. Una chance ce l’ha anche l’ondivago Forlan, che esce e rientra nella partita giusto per centrare con il sinistro il piede del portiere belga.

DI VAIO COLPISCE DUE VOLTE – Dominio Inter, gol Inter? No, perché nel giro di un minuto il Bologna, anzi Di Vaio, colpisce due volte: bella azione manovrata e destro preciso nel primo caso, amnesia inspiegabile di Ranocchia e Julio Cesar beffato nel secondo. E’ in questo modo che una partita, da complicata, diventa inestricabile e tutta in salita.

I nerazzurri si sciolgono: quinta gara senza vittoria in campionato - 2

NON ARRIVA LA SVOLTA, MORATTI SE NE VA – La partita dell’Inter è in salita ma Ranieri non cambia, cercando di dare fiducia ai suoi: più che l’Inter però è il Bologna ad andare vicino al tris, al 51’, ancora con Di Vaio, ma questa volta Ranocchia è bravo in copertura. I nerazzurri, come nel primo tempo, provano a costruire ma le chance sono poche e mal sfruttate: Forlan al 59’ calcia male e lento una palla servitagli da Nagatomo. Al 67’ Ranocchia prova a riabilitare la propria immagine con una bella incornata, ma Gillet è lì apposta a negargli la rete. L’Inter, oltre che in confusione, è anche sfortunata. A metà ripresa, raccontano dalla tribuna, Massimo Moratti si alza e se ne va: non un buon segno per Ranieri, ma nemmeno per l’ambiente nerazzurro, che è ancora in procinto di inseguire la rimonta.

LA CHIUDE ACQUAFRESCA – Sul campo, però, le cose non migliorano, anzi: all’85’ arriva anche il punto del 3-0, tutto merito di Acquafresca, un ex nerazzurro, a completare il venerdì nero dei nerazzurri. Il Bologna espugna San Siro, che si meriterebbe uno spettacolo più confortante. E nel finale i cori sono per José Mourinho. Non un buon viatico per il prossimo impegno, quello di mercoledì in Champions contro il Marsiglia di Deschamps, che dalle tribune già si fregava le mani.

 

IL MARRUCCHINO – Pagina Ufficiale di FACEBOOK

.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 18/02/2012 alle 1:01 AM. È archiviata in SPORT con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: