IL MARRUCCHINO

FAI GIRARE! UNA PORCATA IL “NO AL REFERENDUM CHE REINTRODUCE IL MATTARELLUM” …leggi perché!!

“NO al referendum che reintroduce il Mattarellum”:questo è lo slogan tutto italiano che anima l’attuale dibattito politico-istituzionale, questo deve essere il nuovo scudo contro le usurpazioni e gli inganni perpetrati a nostro danno.

Ci si scaglia contro l’ennesima trappola tesa da Veltroni, Castagnetti e Parisi, che ,con il sostegno di Di Pietro ed alcuni esponenti di SEL , boicottano la proposta di referendum elaborata dall’emerito prof.Passigli e promossa dal Movimento per la riforma elettorale, con il ben definito scopo di reintegrare la legge Mattarella a discapito della legge elettorale 270(o Porcellum),attualmente in vigore.

Il ripristino, insomma, del sistema maggioritario-uninominale , presuntivamente invocato contro il sistema misto voluto dall’allora ministro Calderoli nel 2005( il Porcellum, di fatti,abbandona la logica maggioritaria e,contemporaneamente, tenta di salvare il carattere tendenzialmente bipolare della competizione elettorale: tramite la previsione del collegamento tra più liste, la previsione di un premio di coalizione ed in ultimo tramite la preventiva indicazione del capo della coalizione).

Eppure, la realtà dei fatti è ben altra, e la Federazione della sinistra la denuncia. Denuncia la maschera di un’illusione, la promozione non di un programma alternativo alle dinamiche preesistenti, ma di un vero e proprio contro referendum, che non abolisce le liste bloccate né il premio di maggioranza; un viatico, in poche parole, per velocizzare i tempi di rinvio alle elezioni anticipate.

C’è chi parla anche di un accordo tacito tra le dominae della politica, dei fallimenti sottaciuti da un’opposizione connivente( il maggioritario, dimostra la prassi, è il deterrente ad una struttura governativa equilibrata e coesa, nonché la più “efficace” delle spinte alle “personalizzazioni”della politica). A conti fatti, gli unici quesiti che sono in grado di superare il vaglio di ammissibilità della Corte Costituzionale sono quelli individuati nel referendum Passigli, il quale, essendo proiettato verso un sistema di tipo proporzionale, fotografa la realtà del paese in rappresentanza di interessi di collettivi. Il fronte referendario, dunque, si divide, riportando nell’agenda parlamentare la questione della riforma della legge elettorale. Si divide,ciònondimeno, nella speranza di ricondurre l’esattezza di una proposta, quella Passigli, al completamento di una battaglia fondamentale per la nostra democrazia.

ROSITA SILVESTRE per IL  MARRUCCHINO

AGGIUNGI “IL MARRUCCHINO” SU FACEBOOK http://www.facebook.com/profile.php?id=100002242020135O
DIVENTA FAN http://www.facebook.com/pages/Il-marrucchino/184685088229062
Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 09/09/2011 alle 10:02 PM. È archiviata in blog, politica, voci con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: